La bimba afroamericana di 6 anni Ruby Bridges va al suo primo giorno di scuola

New Orleans, 1960, non è accompagnata in classe dalla mamma o dal papà, ma da quattro poliziotti armati.

Il percorso da casa alla scuola lo ha fatto tra due ali di folla, passando in mezzo a persone che le urlavano addosso e tentavano di colpirla.

Quando è entrata in aula era l’unica presente, gli altri alunni erano stati ritirati dai genitori e gli insegnanti si sono rifiutati di fare lezione.

Tutti tranne una che ha continuato ad insegnare ed è stata la sua unica maestra.
Per un anno, la piccola, si è dovuta portare il cibo da casa evitando tentativi di avvelenamento.

La sua famiglia ha subito ritorsioni: il padre è stato licenziato, alla madre è stato proibito fare la spesa nel negozio di alimentari vicino casa e i nonni sono stati espropriati dalla terra che coltivavano come mezzadri.

Ruby Bridges era la prima nera ad entrare in una scuola fino ad allora riservata ai bianchi.

Questo accadeva solo pochi decenni fa quanto è cambiato il nostro approccio verso i nostri simili?
Ci sono ancora persone che la pensano come a quei tempi? Fonte

8,114 Visite totali, 3 visite odierne

Commenti

commento

loading...