Vi siete mai chiesti perché il “Terrorismo” non colpisca mai il palazzo del potere? e si accanisca sulla gente inerme?

” La domanda è più che lecita, infatti un attentato terroristico che colpisca il palazzo del potere pone la domanda o manda un messaggio al referente di quel potere o di quella istituzione, se invece l’attentato lo rivolgi alla popolazione  è ovvio che con quel messaggio vuoi scatenare solo una reazione di paura. Per ottenere cosa?
Chiunque volesse raggiungere un obiettivo lecito o illecito basterebbe avere una sufficiente organizzazione capace di evadere o aggirare i controlli per creare una reazione conforme ai propri obiettivi.

Per esempio, un terrorista per finaziare la sua causa, prenderebbe in ostaggio delle persone per poi chiederne il riscatto; un trafficante d’armi cercherebbe di mettere zizzania tra due paesi confinanti o anche lontani, magari potendo contare sull’appoggio di alcuni membri del governo di entrambi gli stati; Un industria farmaceutica che godesse di favori di uno o più schieramenti politici o all’interno di organi di controllo della sanità mondiale (OMS) e volesse ampliare il prorio fatturato sarebbe sufficiente che questi classificassero semplici influenze di stagione come pandemie, rendendo obbligatoria la vaccinazione; Se un entità sovranazionale volesse controllare un paese o il mondo intero “basterebbe” che questa godesse della complicità di membri del governo e dei servizi di inteligence e/o dei Mass-media di quel o quei paesi, per riuscire a mettere in atto degli stravolgimenti democratici attraverso tecniche subdole come quelle della manipolazione mediatica, attraverso l’intoduzione di leggi che limitino i diritti di libertà individuali col metodo “step and step” senza dare troppo clamore, magari facendole apparire come necessarie o auspicabili dagli stessi cittadini in risposta di attentati terroristici. L’Italia conosce benissimo questa tecnica, negli anni 70′ e 80′ veniva chiamata “Strategia della tensione” (http://www.misteriditalia.it/strategiatensione/).

Cosa occorre per instaurare questo clima? Attentati, Paura, Morte!?

Ecco! non vi sembra che ci siano tutti gli elementi?
Quindi questo speudo terrorismo cosa ci sta chiedendo? soldi, potere e cos’altro? forse vorrebbe barattare la nostra libertà con maggiore sicurezza/controllo?…..
E se tutto questo stesse veramente accadendo sotto ai nostri occhi cosa potremmo fare per contrastarli…….?”

 

europa nel mirino

Una piccola considerazione in relazione a ogni attentato terroristico ad uso e consumo di chiunque ragioni in modo autonomo:

visto che il reperimento di armi (per esempio di lanciamissili terra/terra cosiddetti intelligenti. Da noi sono almeno 20 anni che ne sequestrano) è quasi un gioco da ragazzi, mi chiedo come mai ad oggi nessun islamico ad esempio si sia mai appostato sul Gianicolo impostando le coordinate della finestra ove si affaccia il Papa tutte le domeniche e feste comandate alla stessa ora. Dico questo perché comunque quelle di Piazza San Pietro (dove considerato il numero di persone ammassate nel recinto… pardon… colonnato, si creerebbe un bel casino se la reale volontà, da una parte o dall’altra, fosse un’eventuale Guerra Santa ) sono anche su Wikipedia 41°54’12″N 12°27’24″E. quindi il giochino parrebbe quasi elementare.

E se anche la Casa Bianca si suppone sia comunque preparata all’evenienza (ma non penso lo sia al punto che se a uno viene lo sghiribizzo di tirare un missile da Washington Square Park lo possano intercettare prima che faccia “bum!”), come mai non è ancora arrivato un missile per esempio sulla di lei ambasciata a Roma? O a Berlino? O a Bruxelles?

E se è vero che questi terroristi riescono ad agire, in Paesi con codice di “Allerta 2″, con cotanto equipaggiamento, perché, per esempio, non colpiscono un qualunque palazzo del potere economico occidentale? Per esempio un bel botto alla BCE sparando magari dal Parc du Cinquantenaire (Jubelpark) o al Parlamento europeo? Farebbe un bel po’ di “terrore” o no?
E che dire di un missile sul Bundeskanzleramt a Berlino?

Per cui la domanda iniziale in ogni ragionamento sul terrorismo dev’essere sempre la stessa: “Perché non fanno quello che sarebbe alla loro portata e anche molto più facile da realizzare?”

La mia risposta è ovviamente sempre la stessa: perché, secondo logiche nemmeno troppo sottili, chi ha il Potere deve terrorizzare la gente onde giustificare quanto sta per fare, sia questa una guerra o una limitazione delle libertà personali per ragioni di sicurezza.
I cosiddetti “obiettivi sensibili”, quelli veri, non vengono infatti mai colpiti, e ciò perché sono loro che prendono la mira.

PS: qualche esempio per gradire:

– 14 giu 1992 – lanciamissili dall’ ex Jugoslavia … arrestate 3 persone a Bari fermate altre 4; archiviostorico.corriere.it

– 28/02/1996
MISSILI E LANCIARAZZI NELL’ARSENALE DELLA MAFIA – Il più grande arsenale di armi da guerra mai sequestrato in Italia nelle mani del clan dei Corleonesi

– 2 novembre 2009 La ‘Ndrangheta punta in alto: scoperto un arsenale tra cui un lanciamissili.

– NOVEMBRE 16, 2015 FRANCIA: SEQUESTRATI LANCIAMISSILI, KALASHNIKOV E PISTOLE IN MOSCHEA LIONE

II PS: La cartina è dell’Italia “Fisica” e non Politica, perché come detto nel post è proprio la Politica, insieme alla finanza, che sta dietro al mirino.

Stefano Davidson

Fonte: Imola Oggi

8,084 Visite totali, 6 visite odierne

Commenti

commento

loading...