SCIE CHIMICHE, quello che ci viene taciuto e che si vuole screditare.

Facciamo luce su quelle scie lunghe, larghe e persistenti non possono essere scie di condensazione, molti degli aerei che le rilasciano non possono essere aerei civili o commerciali.

Esistono centinaia di brevetti riguardanti la manipolazione e il controllo del clima, esiste il progetto Haarp ed esistono dei documenti ufficiali riguardanti la sua pericolosità, in diverse parti del mondo, in seguito alla continua presenza di queste scie, sono stati rilevati metalli pesanti nell’acqua, nelle polveri e nel terreno non è difficile immaginare il perché quelle scie nel cielo siano state chiamate “scie chimiche”. Non possiamo sapere, quindi, con certezza l’esatto contenuto delle scie chimiche, l’esatto scopo del loro impiego, la data esatta in cui sono state ideate, sperimentate e successivamente irrorate nei nostri cieli.

Ciò di cui disponiamo sono molti indizi che portano verso determinate considerazioni:

1 sono scie formate da composti chimici, dannosi per l’ambiente e per la nostra salute.
2 vengono utilizzate presumibilmente per scopi militari e in relazione al progetto Haarp.
3 il fenomeno è iniziato ad emergere verso la metà degli anni ’90.
4 le sperimentazioni sono iniziate negli anni precedenti.
5 l’irrorazione si è intensificata all’inizio del nuovo millennio.
6 esiste una ampia campagna di disinformazione atta a oscurare il fenomeno.
7 sono coinvolte case farmaceutiche e multinazionali a favore degli OGM.
8 le analisi sui terreni e delle acque piovane riscontrano alte concentrazioni di bario, alluminio e stronzio.
9 l’inquinamento dei terreni e delle falde acquifere è irreversibile.

8,022 Visite totali, 10 visite odierne

Commenti

commento

loading...